DISPACCI

Lo sguardo fotografico italiano sul mondo

DISPACCI è una serie di interviste e colloqui con fotografi italiani vincitori del premio Andrei Stenin International Photo Contest.

Il secondo ospite a dialogare con Alberto Prina, curatore di Cascina Roma Fotografia, è stato Alessandro Cinque giovedì 6 Maggio

L’evento è stato realizzato in collaborazione con il Circolo Fotografico San Donato Milanese “F. Ventura”.

 

© Alessandro Cinque
Dal suo reportage “Contaminated Colors”

L'autore

Alessandro Cinque è un fotogiornalista attualmente residente a Lima.

Il suo lavoro approfondisce l’impatto devastante dell’attività mineraria sulle comunità indigene e sulle loro terre. In particolare, Alessandro ha documentato la contaminazione ambientale e le preoccupazioni per la salute pubblica tra le comunità di agricoltori che vivono lungo il corridoio minerario del Perù. 

Nel 2017, durante un viaggio di lavoro nella Valle Sacra degli Incas, ha incontrato una donna di 53 anni che gli ha detto di essersi ammalata di cancro perché l’acqua del suo villaggio era altamente contaminata. Da allora Alessandro si è impegnato a fotografare gli effetti dell’inquinamento che permea i raccolti, colpisce il bestiame e si diffonde nelle case delle persone che risiedono nei pressi dei siti minerari. 

L’attenzione di Alessandro alle questioni sociali e ambientali che interessano le minoranze ha spesso guidato il suo lavoro. Nel 2017 ha documentato l’estrazione dell’oro in Senegal e il contrabbando di merci da parte dei Kolbar al confine tra Iraq e Iran. Nel 2019, mentre studiava all’ICP di New York, ha fotografato la comunità italo-americana di Williamsburg e si è recato in Arizona per fotografare le miniere di uranio abbandonate nei territori Navajo. 

Alessandro è Leica Ambassador. Le sue foto sono state pubblicate su The New York Times, NYT Lens Blog, MarieClaire, Libèration, Internazionale, L’Espresso. Nel 2019, il suo lavoro sul Perù ha vinto il primo posto nel POYi’s Issue Reporting Picture Story. Nello stesso anno è stato selezionato come finalista nel Eugene Smith Grant e Alexia Foundation Grant

Nel dicembre 2019 Alessandro si è trasferito a Lima per approfondire la cultura e la società del Perù. Ha iniziato a lavorare per Reuteurs coprendo l’America Latina e concentrarsi al contempo sull’impatto dell’industria mineraria sul territorio peruviano e sulle popolazioni Quechua.

Nel 2020 ha vinto il Focus on the Story Grant. Nel 2021 ha beneficiato del fondo per giornalisti messo a disposizione dal National Geographic Society’s Emergency fund durante la pandemia.

DISPACCI

Lo sguardo fotografico italiano sul mondo

 

DISPACCI è una serie di interviste e colloqui con fotografi italiani vincitori del premio Andrei Stenin International Photo Contest.

Il secondo ospite a dialogare con Alberto Prina, curatore di Cascina Roma Fotografia, è stato Alessandro Cinque giovedì 6 maggio.  

L’evento è stato realizzato in collaborazione con il Circolo Fotografico San Donato Milanese “F. Ventura”.

Alessandro Cinque

Alessandro Cinque è un fotogiornalista attualmente residente a Lima.

Il suo lavoro approfondisce l’impatto devastante dell’attività mineraria sulle comunità indigene e sulle loro terre. In particolare, Alessandro ha documentato la contaminazione ambientale e le preoccupazioni per la salute pubblica tra le comunità di agricoltori che vivono lungo il corridoio minerario del Perù. 

Nel 2017, durante un viaggio di lavoro nella Valle Sacra degli Incas, ha incontrato una donna di 53 anni che gli ha detto di essersi ammalata di cancro perché l’acqua del suo villaggio era altamente contaminata. Da allora Alessandro si è impegnato a fotografare gli effetti dell’inquinamento che permea i raccolti, colpisce il bestiame e si diffonde nelle case delle persone che risiedono nei pressi dei siti minerari. 

L’attenzione di Alessandro alle questioni sociali e ambientali che interessano le minoranze ha spesso guidato il suo lavoro. Nel 2017 ha documentato l’estrazione dell’oro in Senegal e il contrabbando di merci da parte dei Kolbar al confine tra Iraq e Iran. Nel 2019, mentre studiava all’ICP di New York, ha fotografato la comunità italo-americana di Williamsburg e si è recato in Arizona per fotografare le miniere di uranio abbandonate nei territori Navajo. 

Alessandro è Leica Ambassador. Le sue foto sono state pubblicate su The New York TimesNYT Lens BlogMarieClaireLibèration, InternazionaleL’Espresso. Nel 2019, il suo lavoro sul Perù ha vinto il primo posto nel POYi’s Issue Reporting Picture Story. Nello stesso anno è stato selezionato come finalista nel Eugene Smith Grant e Alexia Foundation Grant

Nel dicembre 2019 Alessandro si è trasferito a Lima per approfondire la cultura e la società del Perù. Ha iniziato a lavorare per Reuteurs coprendo l’America Latina e concentrarsi al contempo sull’impatto dell’industria mineraria sul territorio peruviano e sulle popolazioni Quechua.

Nel 2020 ha vinto il Focus on the Story Grant. Nel 2021 ha beneficiato del fondo per giornalisti messo a disposizione dal National Geographic Society’s Emergency fund durante la pandemia.

© Alessandro Cinque
Dal suo reportage “Contaminated Colors”